centrifugato diuretico- bicchiere di centrifugato con ananas a pezzi

I centrifugati rappresentano un metodo alternativo per consumare frutta e verdura, delle quali conservano proprietà e benefici. Per questo, nell’articolo, vi forniremo la ricetta per un ottimo centrifugato diuretico, da sorseggiare nei pomeriggi estivi per sgonfiare le gambe e spezzare la fame in vista della cena.

Detto ciò, vediamo la ricetta!

Centrifugato diuretico: la ricetta

Per preparare il centrifugato diuretico occorrono:

  • 1 cuore di finocchio;
  • 2 coste di sedano;
  • 2 fette d’ananas;
  • 3 foglie d’indivia;
  • 1 cucchiaino di semi d’anice;
  • foglie fresche di menta a piacere.

Dopodiché, procedete come segue:

  • centrifugate finocchio e sedano, poi l’indivia e, infine, l’ananas;
  • a questo punto, mescolate i semi di anice e la menta.

Et voilà, il gioco è fatto!

I benefici del centrifugato diuretico

Se soffrite di gambe gonfie e pesanti, o se avete un po’ di cellulite, il centrifugato ridurrà il gonfiore degli arti giorno dopo giorno, grazie agli attivi contenuti.

Ma quali?

  • La bromelina, un enzima che favorisce il drenaggio dei liquidi.
  • Il potassio, un elemento essenziale la cui carenza è associata a ritenzione idrica.
  • I polifenoli, molecole antiossidanti che rinforzano le vene, stimolando così la circolazione.

Bevetelo tutti i giorni, nel tardo pomeriggio, cosicché possa fungere anche da spuntino spezza-fame. Per potenziarne gli effetti sulla circolazione, vi consigliamo di effettuare gli impacchi freddi all’amamelide, di cui abbiamo parlato nell’articolo “Amamelide: il rimedio naturale ai malesseri estivi“.

E con questo è tutto, cari lettori. Se l’articolo vi è piaciuto, e lo reputate interessante, consigliatene pure la lettura. Alla prossima!

L’articolo ha uno scopo puramente illustrativo e non sostituisce il parere del medico.

A proposito, per altri rimedi naturali contro la ritenzione idrica, vi consigliamo di leggere:
Diuretici naturali: le strategie contro la ritenzione idrica“.


Bibliografia e sitografia
Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Jessica Zanza

Ho appeso il camice al chiodo per fare la giornalista.
Pubblicista e co-fondatrice di Inchiostro Virtuale.
Per contattarmi scrivete a j.zanza@inchiostrovirtuale.it