Xue hua piao piao, la canzone cinese diventata un meme sui social
Avete mai fatto un video su TikTok sulle note di “xue hua piao piao”? Scopriamo l’origine della canzone e del relativo meme!

Quante canzoni cinesi conoscete? Se avessi fatto questa domanda solo un anno fa sono sicuro che “zero” sarebbe stata la risposta più ricorrente. Da qualche mese a questa parte, però, è probabile che i più giovani rispondano “xue hua piao piao”.

In un’epoca caratterizzata da social network e da meme di ogni tipo, infatti, basta poco affinché un’immagine, un video o una canzone diventino subito virali sul web e/o in campi del tutto inaspettati.

Un esempio recente è il brano “Astronomia“, meglio conosciuto con il nome di “Coffin dance” da quando è stato associato al video dei portatori di bare ghanesi. O pensate al singolo dance “Freed from desire” che, a 20 anni dalla sua uscita, è diventato improvvisamente un coro da stadio grazie al video di un tifoso del Wigan.

La stessa logica degli esempi appena citati la si può trovare nel tormentone “xue hua piao piao”. Anche in questo caso, infatti, una canzone del passato – conosciuta praticamente solo in Cina – ha ottenuto un successo mediatico globale del tutto inaspettato grazie alla rete.


Xue hua piao piao

Qual è l’origine di “xue hua piao piao”? Che cosa significa la canzone? E quale è stato il momento che lo ha portato alla ribalta internazionale? Cerchiamo di capirlo andando a ritroso nel tempo.

I meme su Tiktok

Iniziamo dai tempi più recenti, quelli, cioè, in cui “xue hua piao piao” è diventata la base musicale per tantissimi video su TikTok, instagram o youtube.

Come potete vedere nella compilation in basso, l’utilizzo del brano da parte degli utenti non sembra seguire un filo logico, in quanto accompagna storie e gag di qualunque tipo.

Inutile dire che del significato del testo – ammesso che lo conoscano, cosa di cui dubito fortemente – non interessa a nessuno.

Da persona estranea al mondo di TikTok – non saprei davvero che farmene – mi sono chiesto quale fosse il senso di inserire una canzone cinese in scenette random dalla simpatia discutibile.

Non avendo una risposta mi accontento, nella ricostruzione degli eventi, di capire quando “xue hua piao piao” ha iniziato a essere popolare anche in occidente.


L’origine del meme

La nascita del meme – anche se tale “riconoscimento” arriverà solo qualche mese dopo – è da ricercare nell’app cinese Kuaishou (快手), la principale concorrente cinese di TikTok.


Per conoscere altri siti tipicamente cinesi, vi rimando all’articolo su Internet in Cina!


Il 6 gennaio 2020 un utente – si trattava di Zhang Aiqin (张爱钦), attore cinese – pubblicò un video in cui, davanti a uno sfondo innevato, intonava il ritornello della canzone. Lo stesso filmato, poche settimane dopo, venne caricato su youtube da altri utenti.

La popolarità internazionale del video, però, non riguarda né il bianco panorama né tantomeno le parole della canzone, bensì – brutto da dire – la testa del cantante. La sua conformazione, infatti, ricorda quella di un uovo.

Per tale motivo l’uomo venne presto ribattezzato “Chinese eggman” (uomo-uovo cinese) sul web. Nel mondo dello spettacolo, invece, veniva già soprannominato 鸭蛋 (yādàn, uovo d’anatra) mentre lui stesso, nei vari profili social, si fa chiamare “Brother egg” (fratello uovo).

Il video di Zhang, sebbene già diffuso su youtube e instagram, però, non era ancora diventato virale, cosa che avvenne solo dalla fine di marzo. In quel periodo lo stesso filmato venne editato su instagram con l’audio della canzone originale, quella che sentite nei vari video su TikTok.

Da lì a breve “xue hua piao piao” e il “Chinese eggman” diventarono un meme internazionale, condiviso e riutilizzato da milioni di utenti sui vari social network occidentali.


La canzone originale

A questo punto rimane ancora un interrogativo: qual è la canzone originale di “xue hua piao piao” da cui è nato il meme? Si tratta di 一剪梅 (yī jiǎn méi, un ramo di fiori di prugno), canzone del 1983 del taiwanese Fei Yu-ching (费玉清, fèi yùqīng).

Xue hua piao piao: copertina di 長江水
Fei Yu-ching sulla copertina di 長江水, album del 1983 contenente 一剪梅

Il brano divenne ancora più popolare nella Repubblica di Cina l’anno seguente, quando venne scelto come sigla dell’omonima fiction 一剪梅.


Attenzione a non confondere la Repubblica di Cina con la Repubblica popolare. Ne ho parlato nell’articolo su Taiwan!


Nel 2009, a distanza di 25 anni, venne utilizzata nuovamente, in una versione più moderna, per il remake della serie tv, questa volta intitolata “新一剪梅“.

La canzone, però, è diventata un classico anche nella Cina continentale, tanto che nel 2019 venne cantata da Peter Chen (陈彼得), compositore originale del brano, in occasione della festa di metà autunno, una delle feste nazionali cinesi più importanti.

Diversi artisti, inoltre, hanno realizzato una cover del brano, tra cui Liu Ziling (刘紫玲) e Jamyang Dolma (降央卓玛).


Per restare in tema potrebbero incuriosirvi le cover cinesi di canzoni occidentali!


Forse, però, vi starete ancora chiedendo perché “Brother egg” cantava proprio questo ritornello nel suo video. La risposta è proprio in quello “xue hua piao piao” usato a sproposito su TikTok. I versi intonati dall’attore, infatti, recitano:

Cinese Pinyin Italiano
雪花飘飘北风萧萧 xuěhuā piāopiāo běifēng xiāoxiāo la neve cade tra le raffiche di vento
天地 一片 苍茫 tiāndì yīpiàn cāngmáng il cielo e la terra sono coperti di bianco

La traduzione vi ricorda qualcosa? Esatto, lo sfondo innevato del filmato non era strano o casuale, era proprio il significato della canzone. A tal proposito, quanti richiami poetici sulla neve avete trovato nei video su TikTok?!


Ora conoscete l’origine del meme noto come “xue hua piao piao”. A questo punto, però, se proprio volete usare questa meravigliosa canzone per fare dei video su TikTok, fatelo almeno con criterio. Detto questo non mi resta che salutarvi: alla prossima!
Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Mauro Bruno

Classe 1986. Sono laureato in Scienze dell'Amministrazione e ho conseguito un Master in "Relazioni Industriali nel lavoro privato e pubblico".
All'università ho scoperto la lingua cinese ed è stato amore a prima vista, tanto che da allora ho continuato a studiarla da autodidatta.
Nel blog, oltre a parlarvi della cultura cinese, cercherò di rendervi più familiare una delle lingue più incomprensibili per antonomasia.
Potete contattarmi scrivendo a: m.bruno@inchiostrovirtuale.it