Festa di San Valentino in Cina
Perché il 20 maggio si festeggia l’equivalente della festa di San Valentino in Cina? Scopriamolo in questo articolo!

Quando si celebra la festa di San Valentino in Cina? Oltre al tradizionale 14 febbraio, vi sorprenderà sapere che una festa del tutto analoga si è celebrata proprio in questi giorni. Il 20 maggio, infatti, da diversi anni a questa parte, è uno dei giorni in cui i cinesi confessano il proprio amore.

Questa, esattamente come avviene in Italia per il nostro giorno degli innamorati, non è una festa nazionale, per cui non sono previsti né giorni di vacanza né cerimonie particolari.


Se invece voleste conoscere meglio queste ultime, vi rimando agli articoli sulle feste nazionali cinesi!


Ma perché, se esiste già il 14 febbraio, il giorno di San Valentino in Cina si festeggia anche in un’altra data? Per quale motivo si è scelto proprio il 20 maggio? E come mai questa data non ha lo stesso valore in Europa o in America? Non ci resta che scoprirlo!


San Valentino in Cina

Può sembrare strano, ma la data del 20 maggio come giornata degli innamorati nasce con il linguaggio degli sms. Prima di arrivare al dunque, quindi, è necessario fare una premessa “linguistica”.

Un po’ per lo spazio ridotto un po’ per rapidità, ai tempi dei primi telefonini era normale abbreviare quante più parole possibili. In Cina, ad esempio, si iniziò a usare la cifra 520 per dire “ti amo”. Il motivo è da ricercare nell’assonanza tra le due parole: 520 (wǔ èr líng), infatti, ha un suono simile a 我爱你 (wǒ ài nǐ).


Di questa abbreviazione ne ho parlato proprio nell’articolo sul numero 520 in cinese!


Uno dei primissimi riscontri lo possiamo trovare nella canzone del 1998 数字恋爱 (shùzì liàn’ài, numeri dell’amore), in cui l’interprete Mavis Fan (范晓萱) cantava, tra gli altri, che “520 是我愛你” (520 è ti amo). Con la canzone, l’utilizzo del numero con tale significato si è esteso in tutto il Paese anche nel mondo online.

Negli anni anche il numero 521 è diventato un numero romantico, in quanto la sua pronuncia “wǔ èr yī” ricorda quella di “lo voglio” (我愿意, wǒ yuànyì), in questo caso per indicare l’amore corrisposto.


Perché il 20 maggio?

Ma rieccoci alla domanda di partenza: che cosa c’entra il 20 maggio con la festa di San Valentino in Cina? La risposta l’avete avuta sotto agli occhi per tutto il tempo. Il formato della data cinese, infatti, è inverso a quella italiana: anno/mese/giorno. Se trasformassimo 520 in data, quindi, otterremmo 5月20日, ossia proprio il 20 maggio.


Per approfondimenti vi rimando all’articolo sulla data in cinese!


In questa data solitamente è l’uomo che confessa il proprio amore alla donna che ama. Visto il significato del numero 521 – per cui vale lo stesso discorso appena fatto per il 520 -, lei potrà ricambiare i suoi sentimenti il giorno successivo, il 21 maggio.


La festa di San Valentino in Cina, quindi, si celebra il 20 maggio per via del 520, numero utilizzato per dire “ti amo”. La sua assonanza con la frase cinese fa capire come mai questa data non ha alcun significato negli altri Paesi. Detto questo non mi resta che salutarvi: alla prossima!
Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Mauro Bruno

Classe 1986. Sono laureato in Scienze dell'Amministrazione e ho conseguito un Master in "Relazioni Industriali nel lavoro privato e pubblico".
All'università ho scoperto la lingua cinese ed è stato amore a prima vista, tanto che da allora ho continuato a studiarla da autodidatta.
Nel blog, oltre a parlarvi della cultura cinese, cercherò di rendervi più familiare una delle lingue più incomprensibili per antonomasia.
Potete contattarmi scrivendo a: m.bruno@inchiostrovirtuale.it