Foglie di carciofo

Su Inchiostro Virtuale abbiamo dedicato più di un articolo ai carciofi, alle loro proprietà e alle ricette che li vedono protagonisti, ma ciò che forse molti ignorano è che anche le foglie di carciofo possiedono una loro utilità. Per saperne di più, continuate a leggere!

Foglie di carciofo: l’identikit

Le foglie di carciofo – quelle basali, illustrate in foto – rappresentano un importante rimedio della medicina popolare e della moderna fitoterapia a cui l’OMS ha dedicato una monografia. Hanno una lamina molto larga e profondamente incisa, con nervature piuttosto evidenti, di colore verde-grigio nella pagina superiore e cinereo in quella inferiore perché rivestite da peli ghiandolari.

Carciofo - dettaglio delle foglie basali
Foglie di carciofo: in fitoterapia si usano le foglie basali.

L’odore è debole e il sapore amaro per la presenza di cinaropicrina e polifenoli – tra cui spicca per importanza l’acido clorogenico – responsabili delle loro proprietà. Vediamole!

Proprietà e usi delle foglie di carciofo

Diversi studi sperimentali e clinici – anche se di piccola portata – supportano l’uso delle foglie di carciofo in caso di cattiva digestione (dispepsia) e colesterolo alto (ipercolesterolemia).

Le sostanze in esse contenute, infatti, migliorano la digestione dei grassi perché fanno lavorare meglio il fegato e alleviano i crampi e il dolore in caso di cattiva digestione. Secondo uno studio italiano, inoltre, l’associazione con gli estratti di zenzero potrebbe alleviare più efficacemente la nausea.

Gli attivi potrebbero abbassare anche i livelli di colesterolo un po’ più alti della norma e aiutare a prevenire lo sviluppo delle placche di grasso nelle arterie, pericolose per il cuore e il cervello. Vedremo se studi di maggiore portata confermeranno questi risultati!

Rimedi a base di foglie di carciofo

Le foglie di carciofo essiccate si possono assumere sotto forma di infusi, gocce o capsule, 2 volte al giorno dopo i pasti principali, su consiglio del medico o del farmacista. Le potete acquistare in farmacia, parafarmacia ed erboristeria.

Controindicazioni

Benché le foglie di carciofo e i loro estratti siano generalmente ben tollerati, la loro assunzione è controindicata nei seguenti casi:

  • gravidanza, allattamento e sotto i 12 anni, per mancanza di studi relativi alla sicurezza;
  • patologie del fegato e delle vie biliari, perché potrebbero peggiorarne i sintomi;
  • allergie alle Asteraceae, cioè la famiglia di appartenenza del carciofo.

E con questo è tutto, cari lettori. Se l’articolo vi è piaciuto, vi consigliamo di leggere anche:

L’articolo ha uno scopo puramente illustrativo e non sostituisce il parere del medico.

Bibliografia e sitografia

Non siete soddisfatti e vorreste saperne di più? Leggete le fonti utilizzate per la stesura dell’articolo!

Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Jessica Zanza

Ho appeso il camice al chiodo per fare la giornalista.
Pubblicista e co-fondatrice di Inchiostro Virtuale.
Per contattarmi mandate una mail a j.zanza@inchiostrovirtuale.it