Furti d'arte L'urlo di Munch

Furti d’arte, ovvero quei crimini che vedono protagoniste opere d’arte trafugate.

Moltissime opere d’arte sono state oggetto di furti, alcuni eclatanti; dunque, scopriamo insieme alcuni di questi furti d’arte!


“La Gioconda” di Leonardo

ALT="Furti d'arte La Gioconda"
“La Gioconda” di Leonardo Da Vinci, 1504 (Museo del Louvre, Parigi).

Eh già, forse non tutti sanno che la Gioconda di Leonardo è stata uno dei furti d’arte più eclatanti, proprio per la notorietà del quadro, nel 1911. Il ladro in questione fu Vincenzo Peruggia che, a suo dire, rubò il quadro in nome del patriottismo. L’italia, sempre a suo dire, avrebbe valorizzato meglio l’opera.


“Natività con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi” di Caravaggio

ALT="Furti d'arte Natività di Caravaggio"
“Natività tra i santi Lorenzo e Francesco” di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, 1600.

Tra i furti d’arte, quello di quest’opera del Caravaggio è tra i più noti, soprattutto perché l’opera non è più stata ritrovata. L’opera, conosciuta semplicemente come Natività, venne rubata nel 1969 dall’Oratorio di San Lorenzo, a Palermo. Gli autori del misfatto sono ad oggi ancora ignoti, come ignota è l’ubicazione dell’opera, che di fatto è tra le più ricercate al mondo.


“L’urlo” di Munch

ALT="Furti d'arte L'urlo di Munch"
“L’urlo” di Edvard Munch, 1893 (Galleria Nazionale d’arte (Oslo).

Anche L’urlo di Edvard Munch fa parte della lista dei furti d’arte più noti, e quest’opera non è stata rubata una volta solamente, ma ben due. Il primo furto risale al 1994, quando venne rubata dalla Galleria Nazionale D’arte di Oslo. Il secondo avvenne dieci anni dopo, nel 2004. Due uomini armati si introdussero alla Galleria e rubarono L’urlo e la Madonna (sempre di Munch) per un valore complessivo di 92 milioni di euro. Le opere vennero ritrovate due anni dopo.


Van Gogh e i furti d’arte

Le opere del celebre artista olandese sono state, ahimè, spesso oggetto di furti. Nel 2002 vennero rubati due quadri del pittore: Spiaggia di Scheveningen durante un temporale e Una congregazione lascia la Chiesa riformata di Neunen. Il furto avvenne al Van Gogh Museum, ad Amsterdam. Le due opere vennero ritrovate a Napoli nel 2016.

ALT="Furti d'arte Van Gogh"
“Spiaggia di Scheveningen durante un temporale” di Vincent Van Gogh, 1882 (Van Gogh Museum, Amsterdam).

Nel 2010, al museo Mohamed Mohmoud Khalil del Cairom, venne rubato il quadro Fiori di papavero. Sfortunatamente l’opera non è più stata ritrovata.

ALT="Furti d'arte Van Gogh"
Fiori di Papavero (I Papaveri) di Vincent Van Gogh, 1887.

Furti d’arte da record

Uno dei furti d’arte da record avvenne nel 1990, quando, due uomini travestiti da poliziotti, si introdussero al Gardner Museum di Boston e, dopo aver legato tutto il personale, lasciarono il museo indisturbati, portandosi dietro ben 12 opere, tra cui Cristo nella tempesta sul mare di Galilea di Rembrandt, per un valore complessivo di 500 milioni di dollari.

ALT="Furti d'arte Rembrandt"
Cristo nella tempesta sul mare di Galilea, Rembrandt, 1633.

Assieme all’opera di Rembrandt, venne rubato anche Concerto a tre di Vermeer, stimato per 200 milioni di dollari. Ad oggi nessuna delle opere è stata ritrovata ed il museo offre 5 milioni di dollari, come ricompensa, per il ritrovamento delle opere.

ALT="Furti d'arte Vermeer"
“Concerto a tre” di Jan Vermeer, 1664,

“Il ponte di Charing Cross” di Monet

ALT="Furti d'arte Monet"
“Ponte di Charing Cross” di Claude Monet, 1889.

L’opera di Claude Monet venne rubata nel 2012 dal Kunsthal Museum, in Olanda, assieme ad altri quadri famosi. Sebbene i ladri siano stati arrestati, le opere non furono mai ritrovate. Circolò la voce secondo la quale i quadri fossero stati bruciati, ma non vi è mai stata prova di ciò. In particolare l’opera,  di Monet è stimata per 300 milioni di dollari.

Che dire, purtroppo la lista di opere che sono state oggetto di furti d’arte è lunga, anzi lunghissima, e molte di queste sono scomparse senza lasciare traccia; altre, per fortuna, sono state ritrovate dopo ricerche estenuanti.


A proposito di furti d’arte, ho dedicato un articolo ai Monuments man, gli uomini che hanno cercato e trovato le opere trafugate dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Se ve lo siete persi, lo trovate qui.


Infine, un piccolo consiglio: se siete appassionati di cinema e il tema furti d’arte vi intriga non posso che consigliarvi un film a mio avviso bellissimo: La migliore offerta di Giuseppe Tornatore (il trailer lo trovate qui). Alla prossima!

Serena Aiello

Ti è piaciuto? Condividilo!