Krapfen di Carnevale - Ricetta

Per Carnevale vorrei proporvi uno dei lievitati dolci per eccellenza: i krapfen.

Di origine austro-tedesca, venivano preparati per le feste di Carnevale: erano fritti, riempiti di marmellata di albicocche, ricoperti di zucchero a velo e venduti per le strade… Detto fra noi, altro non sono che bomboloni di pasta lievitata e fritta!

Il procedimento è un po’ lungo ma, approfittando delle vacanze, vale la pena provare a farli. Di seguito la ricetta!


Krapfen di Carnevale

Vediamo, per prima cosa, gli ingredienti!

Ingredienti

Pre-impasto:

  • farina tipo 1 (100 g);
  • latte intero (100 g);
  • lievito madre (100 g)*.

*N.B. chi non avesse il lievito madre può sostituirlo con 3 g di lievito di birra. Nel  caso voleste provare a farlo, cliccate quì per leggere la ricetta!

Impasto

Tutto il pre-impasto più:

  • 300 g di farina tipo 1;
  • 130 g di latte intero;
  • 100 g di zucchero;
  • 80 g di burro centrifugato;
  • 1 uovo;
  • 2 g di sale;
  • zeste di 1 limone (buccia tagliata a striscioline);
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia.

Preparazione

  1. La sera prima sciogliete la pasta madre nel latte, unite la farina e amalgamate fino a idratare bene il tutto, quindi coprite con una pellicola e lasciate fermentare tutta la notte.
  2. Al mattino, nella ciotola della planetaria, aggiungete tutto il pre-impasto insieme al latte, lo zucchero la farina e l’uovo. Cominciate a impastare alla minima velocità e aggiungete l’estratto di vaniglia.
  3. Quando l’impasto sarà quasi incordato, aumentate la velocità, quindi inserite il sale. A questo punto aggiungete il burro a fiocchetti, poco alla volta finché non sarà del tutto assorbito, e per ultimo aggiungere le zeste di limone.
  4. Rovesciate l’impasto sul piano di lavoro, arrotondatelo e mettetelo in un recipiente stretto e alto, dopodiché copritelo con una pellicola e attendete il raddoppio del volume. Quando l’impasto sarà raddoppiato, rovesciatelo sul piano di lavoro, stendetelo col mattarello fino allo spessore di 1 cm.
  5. Con un coppapasta rotondo ricavate dei dischetti e disponeteli su un vassoio coperto da un panno di cotone, rimpastate i ritagli e ristendeteli ricavandone altri cerchi, quindi coprite e lasciate lievitare il tutto per un’ora e mezza circa.
  6. Preparate una pentola alta e stretta con olio di arachidi abbondante, quindi preparate un recipiente con carta assorbente e uno con zucchero semolato.
  7. Portate la temperatura dell’olio a 180 gradi e mantenetela costante, alzando e abbassando la fiamma a seconda dell’esigenza.
  8. Immergete i krapfen nell’olio bollente e, quando saranno dorati da entrambe le parti, toglieteli.
  9. Mano a mano che i frapfen sono pronti metteteli nel recipiente con la carta assorbente e subito dopo in quello con lo zucchero.
  10. I krapfen possono essere gustati semplici oppure farciti con crema pasticciera o marmellata di albicocche. Per riempirli, basta aiutarsi con sac a poche e apposita bocchetta.
Krapfern alla crema
Krapfen alla crema

Curiosità

La differenza tra krapfen e bombolone, al di là del nome e di qualche ingrediente nella preparazione (burro o strutto e presenza o meno delle uova) sta nella farcitura: principalmente marmellata per la versione austro-tedesca, crema pasticciera, cioccolata e panna per i bomboloni; ma tenete conto che ce ne sono innumerevoli versioni!


Frittelle non fritte 

Per chi ama i dolci di Carnevale, ma non può o non vuole friggere, ecco un’alternativa facile e golosa: le frittelle non fritte!

Ingredienti:

  • 4 uova;
  • 300 g di farina 00;
  • 200 g di fecola di patate;
  • 15 g di lievito per dolci;
  • 200 mL di latte;
  • 170 g di zucchero semolato;
  • 1 bacca di vaniglia;
  • scorza d’arancia e zucchero a velo q.b.

Preparazione 

  1. Sbattete in una terrina le uova con lo zucchero, prima di montare il composto con le fruste elettriche. Dopo un paio di minuti, dev’essere bello spumoso.
  2. Aggiungete la scorza d’arancia grattugiata e il latte (nel quale avrete messo i semi della bacca di vaniglia) a temperatura ambiente e amalgamate.
  3. In una ciotola a parte, setacciate la farina, la fecola e il lievito e poi incorporatele un cucchiaio per volta al composto liquido.
  4. Azionate le fruste, inizialmente a velocità bassa, poi, quando il composto si sarà leggermente amalgamato, aumentate la velocità in modo da eliminare eventuali grumi.
  5. A questo punto, sarebbe utile avere degli stampi per sfere affinché il risultato sia ottimale; se invece non li possedete, disponete cucchiaiate di impasto su una leccarda da forno.

    Stampi in silicone per sfere
    Stampi in silicone
  6. Fate cuocere in forno ventilato già caldo per circa 15 minuti a 180°C.
  7. Una volta fredde, spolverizzatele con lo zucchero a velo e servitele!
Frittelle al forno
Frittelle non fritte

Il nostro appuntamento in cucina finisce qui, ma non disperate: vi lascio con un’altra ricetta carnevalesca, quella dei fatti fritti o parafrittus. Un click qui per leggerla!

Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Rosella Roselli

Ciao, sono Rosella, faccio la maestra d'asilo da quarant'anni e la nonna da quattro.
Ho le passioni tipiche della mia età, ahimè over 60! Amo ricamare, leggere, cucinare. Mi piace in modo particolare impastare ed impasto di tutto dal dolce al salato!
Sono Umbra doc.
Potete contattarmi scrivendo a: r.roselli@inchiostrovirtuale.it