I fumetti italiani di ieri e di oggi in mostra a Milano

I fumetti italiani al centro di una mostra che ne racconta storia, primati e impatto sulle produzioni estere. Succede a Milano dal 6 novembre, negli spazi del Museo del fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine, dove appassionati, neofiti o semplici curiosi, potranno ammirare (fino a febbraio) i comics made in Italy del passato e del presente. Scopriamone di più!

I fumetti italiani in mostra a Milano

L’esposizione – intitolata “Fumetto. I comics made in Italy” – permetterà di vedere, dal 6 novembre al 27 febbraio, la bellezza di centoventi opere e migliaia di strisce, a partire da quelle pubblicate nei primi numeri del Novellino e del Corriere dei piccoli (riviste illustrate storiche per bambini) datati 1899 e 1908.

Immancabili le pietre miliari del fumetto nero e del fumetto erotico (Diabolik e Isabella in primis, entrambi nati negli Anni ’60) e più in generale del “fumetto d’autore“, che porta le firme – tra i tanti – di Hugo Pratt, Guido CrepaxMilo Manara, Attilio Micheluzzi e Vittorio Giardino.

Al Museo del fumetto, tuttavia, trovano spazio anche gli autori di oggi e le loro opere.

Il fumetto western di Gianluca Piredda approda al Museo del fumetto

Tra i nomi più in vista c’è quello del sassarese Gianluca Piredda – classe ’76, specializzato in sceneggiatura del fumetto, noto e edito negli Stati Uniti da Antarctic Press e Image Comics – che alla mostra espone ben due opere riconducibili al fumetto western.

La prima è “Freeman“, ambientata nella Virginia del XIX secolo, che racconta le vicissitudini di un giovane schiavo – Theo – fuggito dalle tenute Cole dopo essere stato accusato di omicidio. L’opera è stata ideata e scritta da Piredda, illustrata da Vincenzo Arces ed è pubblicata dall’Editoriale Aurea all’interno della rivista Skorpio dal 2018.

Di seguito una tavola di “Freeman” – pubblicata su gentile concessione dell’autore – che raffigura lo scontro tra Theo e il cacciatore di taglie Butcher Blake.

Freeman di Gianluca Piredda

La seconda è “Dracula in the west“, rilettura in chiave western del Dracula di Bram Stoker, esposta in digitale. L’opera è sempre ideata e scritta da Gianluca Piredda, ma illustrata da Luca Lamberti ed Emiliano Albano, ed è pubblicata dal 2019 all’interno di Lanciostory dall’Editoriale Aurea (editorialeaurea.it).

“Fumetto. I comics made in Italy” in breve

Per concludere, se siete interessati a visitare la mostra del Museo del fumetto, ecco cosa dovreste sapere!

Quando e dove?

Dal 6 novembre 2021 al 27 febbraio 2022, presso WOW Spazio Fumetto, viale Campania 12, Milano.

Orari:
  • da martedì a venerdì, ore 15:00-19:00;
  • sabato e domenica, ore 14:00-19:00;
  • lunedì, chiuso.
Prezzi:
  • 7€ per il biglietto intero;
  • 4€ per il biglietto ridotto.

Per ulteriori informazioni, chiamate lo 02 49524744 (r.a.) o visitate il sito www.museowow.it!


Postilla

Nel nostro sito abbiamo dato ampio spazio al fumetto nero, uno dei protagonisti indiscussi della Mostra del fumetto. Se il genere vi appassiona o quantomeno incuriosisce, potete approfondirne la storia, gli autori e le principali opere, cliccando sui seguenti link:

Buona lettura e alla prossima!

Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Redazione IV

Siamo persone normali a cui piace lasciare tracce d'inchiostro su tanti argomenti. Scriviamo per passione, per condividere e per... lasciare qualche macchia a chi ha voglia di leggerci! Seguiteci anche sui social e... enjoy the ride!
Per contattare la redazione scrivete a: redazione@inchiostrovirtuale.it!