India aumenta tassa su oro

L’India aumenta la tassa sull’oro: cosa significa

L’oro è sempre stato uno degli investimenti più sicuri nella storia dell’umanità, ancora di più di comprare Dogecoin. Interi Paesi basano la loro economia sull’oro, con esporti e importi che possono distruggere o costruire uno Stato. Proprio per questa ragione, il Governo indiano ha recentemente annunciato un aumento della tassa sugli importi dell’oro; le ripercussioni potrebbero non riguardare solo questo settore, ma anche quello delle criptovalute.

Cos’è successo in India

La mossa del governo del Primo Ministro Narendra Modi ha l’obiettivo di diminuire il deficit commerciale dello Stato indiano. In parte, questo deficit è dovuto al declino della rupia, la moneta indiana, che perde valore come (a volte) si perde il valore Dogecoin. In teoria, l’aumento della tassazione sugli importi d’oro allevia la pressione sulla rupia, dando un’occasione alla valuta indiana.

Per questo, la tassa è passata dal 5% fino al 12,5%. Subito dopo l’annuncio del governo di Modi, il valore del metallo in India era già aumentato del 3%. L’India è uno dei maggiori importatori d’oro, addirittura il secondo al mondo, tanto che, in un anno, gli importi del metallo prezioso hanno raggiunto il valore di 6 miliardi di dollari americani.

Questa misura del governo indiano è recente, per cui i risultati non sono ancora visibili. Se funziona lo dirà solo il tempo, tuttavia ci sono già dei critici di questa mossa, esperti del settore che pensano che una tassazione aumentata possa portare anche all’aumento del contrabbando. Di nuovo, solo i prossimi mesi potranno dire se ciò sia vero.

Quello che è certo è che l’oro è un investimento solido, un’alternativa per chi non vuole comprare Bitcoin (BTC).

india aumenta tassa su oro

La relazione tra oro e criptovalute

Sia il metallo prezioso che le monete digitali sono due investimenti validi nel 2022. Spesso si fanno concorrenza e, altrettanto spesso, i movimenti dei loro mercati si specchiano. Il crollo delle criptovalute (come il valore Dogecoin) è recente, ma anche il valore dell’oro sta oscillando.

Secondo gli esperti finanziari, il prezzo del metallo prezioso è destinato a diminuire, ora che è arrivato al valore di $1.750 per oncia. A marzo 2022, l’oro aveva raggiunto nove mesi consecutivi di valore basso, quasi un record, per poi passare a valori da capogiro. Per questo, in molti hanno scelto di investire nel dollaro americano e nelle criptovalute, decidendo di acquistare Bitcoin.

Gli investitori che amano il rischio e l’adrenalina dell’instabilità del mercato stanno puntando sempre di più sulle monete digitali. Anche a causa della guerra in Ucraina, che spinge sempre più consumatori a convertire i risparmi in criptovalute che sono molto più disponibili e accessibili dell’oro.

Insomma, la scelta del Governo indiano potrebbe non solo incentivare il contrabbando ma anche la diffusione delle criptovalute. Presto, il secondo Paese per importi del metallo prezioso potrebbe preferire le monete digitali, tutto a discapito della rupia.

Scritto da:

Redazione IV

Siamo persone normali a cui piace lasciare tracce d'inchiostro su tanti argomenti. Scriviamo per passione, per condividere e per... lasciare qualche macchia a chi ha voglia di leggerci! Seguiteci anche sui social e... enjoy the ride!
Per contattare la redazione scrivete a: redazione@inchiostrovirtuale.it!