tulipani copertina

Nella consueta collaborazione con il blog Eco Internazionale, torniamo a parlare di Bitcoin. Lasciamo la parola a Francesco Paolo Marco Leti, che spiega come la moneta elettronica non sia altro che un mero strumento finanziario potenziale di speculazione e, con una interessante analogia, lo paragona al primo crack finanziario della storia: la bolla dei tulipani olandese. Buona lettura!

Legami improbabili (forse) fra bitcoin, subprime e tulipani

L’esplosione del fenomeno bitcoin ha delle radici che vanno oltre il suo essere uno strumento meramente speculativo e per il quale rimandiamo alla brillante analisi fatta in precedenza da Ugo Lombardo. In questo articolo ci soffermeremo sul suo essere un mero strumento finanziario potenziale di speculazione e osserveremo le analogie che presenta col primo crack finanziario della storia: la bolla dei tulipani olandese.

La bolla dei tulipani avvenne sostanzialmente nell’Olanda del 1600 e il suo scoppio ebbe luogo nel 1637. La storia è abbastanza semplice. I commercianti olandesi cominciarono a importare i tulipani in Europa all’inizio del 1500, la bellezza del fiore in questione ed i suoi colori vividi, lo resero fin dall’inizio molto apprezzato su tutto il continente, al punto da crearne un fiorente commercio e una coltivazione per la quale l’Olanda continua a essere conosciuta nel mondo. Il tulipano ha un enorme vantaggio dal punto di vista commerciale: il suo bulbo ha un’elevata conservazione e una resistenza di oltre due anni.

Dal bulbo è possibile ottenere nuovi bulbi e moltiplicarli e non stupisce, quindi, come rapidamente fonte del commercio non furono più i tulipani, ma i bulbi. Il prezzo di quest’ultimi cominciò a crescere in modo esponenziale e nel 1623 il prezzo di un bulbo raggiunse il valore di un migliaio di fiorini, quando il reddito medio olandese era di soli 150 fiorini (circa). Da quel momento cominciò a diffondersi la convinzione, tipica delle bolle speculative, che il prezzo dei bulbi non sarebbe potuto diminuire, ma che sarebbe soltanto cresciuto. Se trovate delle analogie con la bolla speculativa immobiliare statunitense, alla base della crisi dei subprime, non è un caso.


Continuate a leggere di bitcoin, subprime e tulipani, su Eco Internazionale!
Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Eco Internazionale

Eco Internazionale nasce come evoluzione de “la Voce degli Studenti” con lo scopo di andare oltre l’informazione universitaria e di concentrarsi prevalentemente sui diversi scenari dell’attualità internazionale.