luoghi-GoT-copertina
Complice l’arrivo della settima stagione, nonché dei bellissimi articoli a tema con cui ci hanno deliziato Virginia e Lorenzo (un click qui, se ve li siete persi), confesso di essere diventata anche io una Game of Thrones addicted. Ecco perché per questo appuntamento con i “viaggi” ho scelto di parlarvi dei luoghi (splendidi) in cui è stata registrata questa serie TV.
Game of Thrones mappa
Le terre conosciute: Westeros ed Essos
Decisamente non s’è badato a spese!

Questa serie, tratta dal ciclo di romanzi fantasy “Cronache del ghiaccio e del fuoco” (“A Song of Ice and Fire”) dell’autore statunitense George R. R. Martin, è stata fin da subito la “punta di diamante” della Home Box Office (HBO). Per la realizzazione di ogni episodio sono stati investiti in media 6 milioni di dollari, con vette di 10 (milioni) per le puntate della stagione 6.

Ora, non dico che organizzare un viaggio nelle location di GoT, per sentirsi un po’ Jon Snow, o Cersei, o Daenerys Targaryen, o – perché no?Tyrion Lannister o Arya Stark, vi costerebbe così tanto, ma posso assicurarvi che richiederebbe giusto un po’ più di un paio di settimane, che è lo standard di riferimento per una “vacanza” che si possa definire tale.

I luoghi del Trono di Spade sono, per così dire, sparsi ai quattro venti. Si parla di Spagna, Marocco, Croazia, Irlanda e Scozia, Islanda, Malta, per citare solo i principali. Per visitarli tutti serve tempo. Ed organizzazione.

Ho pensato quindi di proporvi degli itinerari alternativi, un po’ fuori dagli schemi. Iniziamo dall’Irlanda e dall’Islanda, ovvero il set del Grande Nord.

I luoghi di Jon Snow

luoghi di Jon Snow
Gli spostamenti di Jon Snow nelle 6 stagioni

Vi sentite un po’ meta-lupi, un po’ guerrieri e un po’ bravi ragazzi? Jon Snow è il personaggio che fa per voi! Forse lui non sa nulla, ma noi invece sì.

In questa mappa scopriamo infatti che, nell’arco delle 6 stagioni, il nostro Guardiano della Notte prediletto, nonché probabile ultimo discendente dei Targaryen (insieme a Daenerys), pur viaggiando parecchio, anche oltre La Barriera, non si è spostato dal grande Regno del Nord.

Ed ora vediamo in dettaglio quali sono i suoi “luoghi”.

Piccola nota: potete divertirvi anche voi a seguire i passi dei vostri personaggi preferiti con questa mappa interattiva

Grande Inverno

Iniziamo da Winterfell, il castello della casata Stark in cui Jon è cresciuto. Gli interni sono stati realizzati negli studi di Paint Hall a Belfast, in Irlanda, ma sono gli esterni che ci lasciano letteralmente a bocca aperta.

luoghi GoT castle ward
Il Castello di Ward

Il cortile di casa Stark appartiene al Castello di Ward, una proprietà del National Trust risalente al XVIII secolo, situato nei pressi del villaggio di Strangford, nella contea di Down (An Dùn significa fortezza in gaelico, N.d.A).

Castle Ward è aperto al pubblico e comprende attualmente 332 ettari di giardini paesaggistici, una lavanderia vittoriana, un teatro, un ristorante, un negozio, una segheria, un mulino per cereali tuttora funzionante e una torre fortificata, quest’ultima ancora più datata (1650 circa).

L’aspetto più particolare di Castle Ward è la sua architettura sdoppiata: il lato d’ingresso del palazzo è fatto in stile palladiano, con classiche colonne di sostegno triangolare a frontone, mentre il lato opposto è in stile gotico georgiano, con finestre a sesto acuto, merli e pinnacoli. Queste differenze di stile si riscontrano anche all’interno della casa, con un netto spartiacque al centro della costruzione.
A quanto pare chi ci viveva non andava propriamente “d’amore e d’accordo”!

Questa location è stata utilizzata per rappresentare Grande Inverno.
E voi ormai sapete quanto io ami i castelli…

Nel cortile abbiamo visto l’arrivo di Re Robert Baratheon (con al seguito la “gentile” consorte – unico viaggio di Cersei al di fuori di King’s Landing – di questo vi parlerò in seguito), ma anche l’allenamento con l’arco di Bran Stark.

L'arrivo di Robert Baratheon a Winterfell
L’arrivo di Robert Baratheon a Winterfell
L'allenamento di Bran Stark
L’allenamento di Bran Stark

Tramite questo sito potrete organizzare un tour in bicicletta, oppure provare il tiro con l’arco, indossare autentici costumi di Westeros e gustare un sontuoso banchetto medievale ispirato alla serie.
Niente male per una full immersion, no?


Castle Doune

luoghi GoT - Castle DouneAlcuni di voi, tra i più attenti, avranno sicuramente notato alcune differenze. Castle Ward infatti non è l’unica location in cui ha preso vita Winterfell. Nell’episodio pilota appare infatti il Castello di Doune.

Si tratta di una fortezza che si trova nei pressi del villaggio di Doune, a 5 chilometri dalla cittadella di Stirling, in un punto strategico facilmente difendibile. Castle Doune è stato costruito per la prima volta nel XIII secolo, venne poi danneggiato dalla guerra di indipendenza scozzese e ricostruito alla fine del XIV secolo da Robert Stuart, duca di Albany.

È diventato di proprietà della corona nel 1425 e fu utilizzato come residenza estiva e per la caccia. Nel corso degli anni ha superato diverse guerre e attacchi militari: nel XIX secolo era mal messo e verso la fine del secolo iniziarono i lavori di restauro, continuati anche nei secoli successivi.

Oggi è gestito da Historic Scotland ed è interamente visitabile, con una modica cifra, tra l’altro.
I fan di Outlander avranno sicuramente riconosciuto la location di Castle Leoch…


I boschi vicino a Winterfell
tollymore luoghi GoT
Parco Nazionale di Tollymore

Una delle scene a mio avviso più belle è nel primo episodio della prima stagione: Ned Stark, dopo l’esecuzione di Will, in compagnia di Robb, Bran e Jon trova la carcassa di una metalupo femmina e, poco distante, la sua cucciolata. I Metalupo sono il simbolo della Casata Stark ed i piccoli sono giusto sei, come i figli di Ned: Robb, Arya, Sansa, Bran, Rickon e Jon Snow. Bran convince così il padre a salvare i piccoli ed a portarli a Grande Inverno.

Non troverete metalupi, ma un giro nel Parco Nazionale di Tollymore, sempre nella Contea di Down, vale da solo tutto il viaggio.

Tollymore Forest Park è stato il primo parco forestale statale dell’Irlanda del Nord, istituito nel 1955. Si trova vicino alla città di Newcastle e si estende su una superficie di 630 ettari ai piedi delle montagne di Morne. Il fiume Shimna, che scorre nel parco, è attraversato da ben 16 ponti, di cui il più antico, l’Old Bridge appunto, risale al 1726.

Il nome Tollymore (Tulaigh Mhór) deriva da “grande collina o tumulo“, e fa riferimento alle due colline, circa 250 m di altezza, che si trovano all’interno della foresta. I loro nomi ufficiali sono Slieve Neir (si pensa da “Sliabh un Aoire”, ovvero “la montagna del pastore“) e Slieve Snaran (da “snarvan”, che significa “insinuarsi”, o “snarban”, che significa “cataratta”). Sono però più comunemente note come “The Drinns” e “Curraghard”, che significano rispettivamente “spigolo” e “altopiano paludoso“.

luoghi GoT - i metalupi
La scoperta dei Metalupi
luoghi GoT - il ponte
Il Ponte senza l’allestimento del set

Non aggiungo altro. Le immagini parlano da sole e mostrano quanto questo bosco sia “fiabesco“.

In questo parco sono state registrate numerose altre scene. Tra le tante, il viaggio di Arya con i Guardiani della Notte, in fuga da Approdo del Re, il ritrovamento dei cadaveri nella neve, e ancora il percorso di Brianna e Jaime, che scoprono i corpi delle tre donne appese all’albero.

luoghi GoT - strada nel bosco
La strada da e verso Approdo del Re

I Dark Hedges, ovvero le “siepi oscure”, sono tra i più suggestivi e affascinanti viali alberati del mondo. Questa fitta rete di alberi fu piantata dalla famiglia Stuart, nel secolo XVIII, per impressionare i visitatori mentre si avvicinavano alla loro dimora (Gracehill House).


Una cava per Castle Black

Il lavoro di scenografia ed allestimento che c’è dietro ad ogni set mi ha sempre affascinato, e qui, devo ammettere, si sono superati.

luoghi GoT - Magheramorne oggi
La cava di Magheramorne oggi

Magheramorne è un villaggio con meno di 100 abitanti a 30 chilometri da Belfast. Nelle vicinanze si trova una vecchia cava di calcare attualmente di proprietà di Lafarge (precedentemente Blue Circle). L’estrazione di calcare, destinata all’impianto di cemento Magheramorne, è cessata nel 1980.

Qui è stato allestito il set del Castello Nero, nei pressi della Barriera. La fortezza, con tanto di ascensore montacarichi, è stata ricostruita proprio riutilizzando i vecchi edifici abbandonati della cava, ma il panorama innevato oltre la Barriera è stato “applicato” successivamente, negli studi di registrazione.

luoghi GoT - Castle Black
Magheramorne trasformata in Castle Black

Ed ecco l’uscita oltre la barriera, prima e dopo il montaggio in post produzione:

luoghi GoT - oltre la barriera


Ed ora voliamo in Islanda!

Regno del freddo, l’Islanda ha ospitato i set per quasi tutte le scene ambientate “oltre la Barriera“. Vediamo quali, in dettaglio.

La grotta di Jon e Ygritte

La Grjótagjá è una piccola grotta lavica vicino al cratere del Hverfjall, sulle sponde orientali del lago Mývatn in Islanda, interessata da alcune fonti termali. All’inizio del XVIII secolo era già utilizzata per la balneazione e rimase popolare fino al 1970. Le eruzioni vulcaniche avvenute tra il 1975 e il 1984 portarono però la temperatura dell’acqua a salire oltre 50°C. Al momento la temperatura sta lentamente diminuendo, tuttavia non è ancora possibile immergersi.

luoghi GoT - grjotagja

Vi domanderete dove hanno fatto il bagno Jon e Ygritte… molto probabilmente nella vicina grotta lavica “Stóragjá“, che viene utilizzata come “sostituta“.


L’accampamento dei Selvaggi

Sempre sulla sponda orientale del lago Mývatn si trova Dimmuborgir, il cui nome significa Fortezza Oscura, un campo di lava con rocce di forme strane e incredibili. Tra le numerosissime e diversissime formazioni spicca la bellissima Kirkjan, una sorta di chiesa naturale con due portali d’ingresso a sesto acuto e, all’interno, quelle che sembrano vere e proprie cappelle con altari. Non a caso nella mitologia islandese Dimmuborgir è ritenuto un luogo di connessione tra il mondo degli uomini e quello degli inferi, abitato da elfi e troll.

In Game of Thrones, Dimmuborgir è il posto in cui Mance Rayder monta il suo accampamento.

luoghi GoT - Dimmuborgir


Le terre “Beyond the Wall”

Il Vatnajökull è una cappa di ghiaccio situata nell’Islanda sudorientale: con circa 8.100 km², è la più grande d’Europa per volume e la seconda per estensione (dopo l’Austfonna, ubicata sull’isola di Nordaustlandet e appartenente all’arcipelago norvegese delle Svalbard). È la quarta massa di ghiaccio al mondo, nonché il parco nazionale più grande d’Europa.

Questa zona è stata utilizzata per le riprese della terra misteriosa situata al di là del Muro, abitata dalle creature mitologiche e dai Bruti.

luoghi GoT - Vatnajökull

Un altro set “oltre la Barriera” è Höfðabrekka, nella zona di Vík í Mýrdalur. Situata nel sud dell’Islanda, è un luogo molto popolare per chi visita il paese. Vík è la città più a sud dell’isola e si trova ai piedi del ghiacciaio Mýrdalsjökull, vicino al vulcano Katla.

In Game of Thrones rappresenta la pericolosa e insidiosa catena montuosa delle Zanne Gelate (o Artigli del Gelo), dove i Guardiani della Notte marciano alla ricerca dell’accampamento dei Bruti.

luoghi GoT - Höfðabrekka luoghi GoT - Höfðabrekka

Gli dei avevano creato pochi luoghi crudeli e ostili all’uomo quanto gli Artigli del Gelo.
Jon Snow


E con questi panorami “glaciali” abbiamo terminato la nostra full immersion nei luoghi di Game of Thrones in cui sentirsi Jon Snow.

Il prossimo appuntamento sarà Approdo del Re e… Cersei Lannister.

Buone vacanze nerd!
Annalisa A.

Postilla: Doors of Thrones

Nel 2016 l’uragano Gertrude si è abbattuto nell’Irlanda del Nord arrivando a colpire anche uno dei luoghi più suggestivi della saga, The Dark Hedges, conosciuta come la Strada del Re.
È il caso di dire che lì l’Inverno è arrivato davvero.

Il viale di faggi secolari, che si trova lungo la strada Bregagh Road a Ballymoney (Contea di Antrim), ha subito ingenti danni: alberi divelti, rami spezzati e chiome distrutte. Dai legni dei tronchi abbattuti sono state ricavate 10 porte, una per ogni episodio della sesta serie, intagliate con le rappresentazioni dei principali avvenimenti.

Queste porte, una volta completate, sono state esposte in pub, caffetterie e locande in Irlanda del Nord, nelle vicinanze di alcune delle location dove sono state fatte le riprese di Game of Thrones. Ecco dove si possono trovare:
1. The Cuan, Stragford, Co. Down
2. Fiddler’s Green, Portaferry, Co. Down
3. Percy French, Newcastle, Co. Down
4. Blakes of the Hollow, Enniskillen, Co. Fermanagh
5. Frank Owens, Limadavy, Co. Londonderry
6. The Fullertons Arms, Ballintoy, Co. Antrim
7. Gracehill House, Stranocum, Co. Antrim
8. Mary McBride’s, Cushendun, Co. Antrim
9. BallyGally Castle, Ballygally, Co. Antrim
10. The Dark Horse, Belfast, Co. Antrim

Le dieci Doors of Thrones
Le dieci Doors of Thrones
Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Annalisa Ardesi

Giunta qui sicuramente da un mondo parallelo e da un universo temporale alternativo, in questa vita riparo pc e mi occupo di grafica pubblicitaria e comunicazione (che vuol dire tutto e niente). Sono una grammar nazi con la sindrome della maestrina, probabilmente in un’altra vita ero una signorina Rottermeier. Lettrice compulsiva, mi piace mangiare bene, sono appassionata di manga, anime e serie TV e colleziono Lego.
In rete mi identifico col nick Lunedì, perché so essere pesante come il lunedì mattina, ma anche ottimista come il “primo giorno di luce”.
In Inchiostro Virtuale vi porto a spasso, scrivendo, nel mio modo un po’ irriverente, di viaggi, reali o virtuali.
Sono inoltre co-fondatrice, insieme a Jessica e Virginia, nonché responsabile della parte tecnica e grafica del blog.
Mi potete contattare direttamente scrivendo: a.ardesi@inchiostrovirtuale.it