Moda anni '40
La moda cambia nel tempo, si evolve, sperimenta, torna indietro e guarda al futuro. Ogni epoca, ogni decennio ha il suo modello identificativo.

Oggi parliamo della moda degli anni ’40 con uno sguardo generale all’estetica di quel periodo.

In quegli anni di guerra si viveva una grande povertà di materiali, motivo per cui le donne modificavano i capi che già possedevano, reinventandoli con piccoli accorgimenti: gli accessori erano il punto chiave delle piccole trasformazioni, ad esempio un foulard o un colletto intercambiabile, che riuscivano a cambiare il look di un vecchio completo gonna e giacca.

Il corpo ideale? Forme morbide in contrapposizione alla mancanza di cibo.

Il modello d’ispirazione è un corpo in carne, una sorta di ideale opposto alla realtà della guerra.
Piace la donna semplice e naturale che sfrutta il suo portamento innato, senza quindi bisogno di troppi accessori o fronzoli.

Moda anni '40
Le donne degli anni ’40

Le gonne erano di media lunghezza e squadrate, le giacche evidenziavano i fianchi e il trucco era semplice, ma con un tocco di colore nelle labbra rosse e particolare attenzione alle sopracciglia sottili, eredità dei due decenni precedenti; i capelli erano sciolti e lunghi fino alle spalle.

Makeup anni 40
Makeup anni 40

Questo è quello che dettava la moda per le persone libere che potevano uscire di casa con il rossetto ben steso, per chi aveva il portafogli pieno, per chi aveva il lusso di scegliere di assecondare la tendenza militare che proponeva la divisa come stile.

Dall’altro lato del filo spinato, invece, la moda era un’imposizione, non una scelta. Regole ferree mascherate da attenzione all’igiene, ma che in realtà avevano lo scopo di deumanizzare chi era obbligato a seguirle.
Non c’erano le gonne al ginocchio e i capelli in ordine, ma pigiami a righe uguali per tutti, capelli rasati e numeri indelebili marchiati a forza sulla pelle.

L’individualità era proibita, portata via insieme ai vestiti e agli accessori personali – gioielli che si vedevano poi addosso alle persone normali, quelle persone che vivevano nell’indifferenza, che fingevano di non sapere e si preoccupavano soltanto di annodare per bene il foulard al collo.


Un modo diverso di vedere le tendenze di stile di questo decennio. Non perdete i prossimi articoli dei miei colleghi di Inchiostro Virtuale!

Articolo pubblicato da Ivana
http://misspiperina.blogspot.it/

Ti è piaciuto? Condividilo!