bambini diritto alla felicità
Il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini.

Questa frase di Dietrich Bonhoeffer, un teologo tedesco, ci tocca molto da vicino, considerando l’ultimo (e disastroso) rapporto dell’UNICEF, che ci dice che nel mondo più di 48 milioni di bambini vivono in condizioni terribili. La Siria, il Sudan e la Nigeria sono solo alcuni dei paesi in cui i bambini sono vittima di violenze, malnutrizione, malattie. Proprio per questo e non solo, ogni anno dal 1989 in tutto il mondo, si celebra la Giornata Mondiale del Diritto all’Infanzia a tutela dei loro diritti.


Noi Inchiostrati abbiamo dedicato a questa importante giornata il nostro tema del mese.
Per saperne di più, cliccate qui.

Proprio perché quest’oggi parliamo di bambini, scopriamo alcuni dei loro diritti attraverso la loro fantasia e i loro disegni, realizzati per il progetto didattico: “Sono! Rispetta i miei diritti” indetto dalla Scuola dell’Infanzia Maddalena di Canossa a Merano.

ALT="bambini diritto all'istruzione"

ART. 28: “Tutti i bambini hanno il diritto di ricevere un’istruzione”.

Il diritto all’istruzione è un diritto correlato all’avere una vita migliore. Nel mondo però, a circa 124 milioni di bambini e adolescenti, è negato questo diritto. Analfabetismo e lavoro minorile è un binomio allarmante e sempre più in crescita in molti paesi del mondo, Africa e Asia in particolare.


ALT="bambini diritto a ricevere amore e avere una famiglia"

ART.9: “Tutti i bambini hanno il diritto di vivere con i loro genitori, a meno che le autorità competenti non decidano il contrario per la loro tutela”. 

L’articolo 20 dice che ogni bambino rimasto orfano ha diritto di essere protetto. In Africa più di 50 milioni di bambini hanno perso uno o entrambi i genitori e moltissimi di loro vivono abbandonati a se stessi. Ognuno di loro ha il diritto di ricevere amore e avere una famiglia, ma (forse) neanche sanno di avere questo diritto.


ALT="bambini diritto alla salute"

ART. 24: “Tutti i bambini hanno il diritto di godere di buona salute”.

Le stime di Save The Children dicono che solo nello Yemen, ogni giorno, muoiono 130 bambini a causa di malattie. In tutto il mondo la stima è quanto mai inquietante e terribile: 7, 6 milioni all’anno.


Nella convenzione dei diritti dell’infanzia figurano anche il diritto d’identità, il diritto alla religione, il diritto di esprimersi artisticamente e di partecipare alla vita culturale.

Quest’ultimo è un diritto splendido, sacrosanto, ma quanti bambini possono goderne, se alla maggior parte di loro non sono garantiti quelli fondamentali? Tutti i bambini del mondo hanno gli stessi diritti, qualunque sia il colore della loro pelle, la loro religione, a prescindere che siano ricchi o poveri. È qualcosa che dovremmo sapere, ripeterci sempre.

I bambini sono i messaggi viventi che inviamo a un tempo che non vedremo.
(Neil Postman, sociologo e insegnante)

Ma, a giudicare da ciò che vediamo (e ignoriamo) oggi, quel tempo che ci sembra tanto lontano non sarà affatto diverso dal nostro presente. Alla prossima!

Serena Aiello

Ti è piaciuto? Condividilo!

Scritto da:

Serena Aiello

Ex studentessa ormai (e finalmente) laureata, lettrice vorace e scrittrice per diletto. Raramente mi interesso ad un solo argomento, mi piace scoprire nuove cose e mi piace confrontare le mie idee con quelle degli altri, cosa che spero accadrà con i miei articoli.
Potete contattarmi scrivendo a s.aiello@inchiostrovirtuale.it